Come superare il muro di paura degli investitori

Come si superano i timori odierni sui mercati finanziari, ancora in preda alle ripercussioni pandemiche? A dircelo è una recente nota di HSBC Asset Management, che ha condiviso una serie di consigli con i clienti che cercano di superare l’attuale “muro di preoccupazione” che sta affrontando i mercati globali.

Con le preoccupazioni sulla crescita globale e l’inflazione che causano sempre più nervosismo, insieme alla prospettiva di aggiustamenti prematuri della politica delle banche centrali e la rinascita di Covid-19 in alcune parti del mondo, gli investitori hanno molto da fare quando si tratta di decidere dove allocare il denaro.

In un messaggio ai clienti all’inizio di questa settimana, il responsabile stratega globale di HSBC Asset Management, Joe Little, ha dunque raccomandato una serie di strategie, tra cui mirare al reddito fisso asiatico, alle “coperture dell’inflazione a prezzi ragionevoli” e ai titoli value e ciclici.

La crescita economica

Le previsioni di consenso per il PIL statunitense del 2021 sono state ridotte di 0,7 punti percentuali al 5,9%, secondo le stime di HSBC, mentre l’interruzione della catena di approvvigionamento ha fatto salire le aspettative di inflazione statunitense del 2021 di un intero punto percentuale al 4,3%.

Gli economisti hanno rivisto al ribasso le prospettive di crescita del PIL cinese del 2021 all’8% (da una precedente previsione del 2021 dell’8,6%) e Little ha notato che il terzo trimestre è stato difficile per le asset class dei mercati emergenti più in generale.

Naturalmente, l’outlook dipende da come la crescita e l’inflazione influenzano le attuali ansie sui prezzi. Covid-19 e l’interruzione della catena di approvvigionamento rimarranno sfide“, ha detto. “Ma ci aspettiamo che questi fattori ritardino la ripresa, piuttosto che farla deragliare. Ciò che potrebbe cambiare le prospettive di crescita, tuttavia, è il contesto politico”.

Una ripresa “a doppio binario

HSBC prevede che nelle principali economie, il PIL nel 2022 dovrebbe crescere intorno al 4%-5,5%, con gli Stati Uniti e l’Europa all’estremità inferiore di questo intervallo e il Regno Unito e la Cina in cima. Nel frattempo, l’inflazione dovrebbe tornare tra il 2-3%.

Ma al di fuori delle principali economie, c’è una divergenza significativa. Molti mercati emergenti e le economie di frontiera sono in ritardo – il che suggerisce che la ripresa globale è su due binari“, ha aggiunto.

Dato questo ambiente, Little ha suggerito che ci sono opportunità nel reddito fisso dei mercati emergenti, ma ha consigliato ai clienti di essere sensibili alle prospettive del dollaro e a questa ripresa sempre più “a doppio binario”.  “Il reddito fisso asiatico rimane la nostra scommessa preferita, corretta per il rischio, in quell’area“, ha aggiunto.

Tassi d’interesse bassi per lungo tempo

Sebbene i mercati del lavoro continuino a migliorare, HSBC preferisce le azioni alle obbligazioni, nonostante i mercati azionari siano vicini ai massimi storici. Little ha suggerito che i forti profitti aziendali rimarranno il “driver critico”.  “La nostra ricerca indica un regime sostenuto di tassi d’interesse bassi per lungo tempo, un premio negativo nelle obbligazioni globali, un premio di rischio sottile nei crediti e un premio dall’aspetto neutrale nelle azioni internazionali“, ha detto Little.

Questo significa che dobbiamo essere realistici: i rendimenti degli investimenti nei prossimi 24 mesi non corrisponderanno a quelli che abbiamo visto negli ultimi 12. Tuttavia, troviamo difficile concludere che le azioni siano ancora a valutazioni da bolla” – ha proseguito.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi