Cos’è il rischio di credito

Il rischio di credito riguarda le possibilità che i debitori non siano in grado di rimborsare il loro prestito. Questo significa che il creditore potrebbe potenzialmente perdere il capitale del prestito e gli interessi che lo accompagnano. Tale rischio si verifica come risultato di una premessa del mutuatario: i mutuatari credono infatti quasi sempre che saranno in grado di utilizzare i loro flussi di cassa dal futuro per ripagare i loro debiti attualmente concordati. La realtà è che è praticamente impossibile garantire che i mutuatari riceveranno sicuramente quei fondi in corso per ripagare i loro debiti. La ricompensa che gli emittenti ricevono per l’assunzione di tale rischio di credito è il pagamento degli interessi che i mutuatari consegnano agli emittenti del debito.

Ciò premesso, gli emittenti di posizioni debitorie possono fornire le stesse tramite carte di credito, mutui, prestiti auto e anche prestiti personali a consumatori e imprese, e altro ancora. Indipendentemente da quanto un candidato possa apparire forte sulla carta, c’è sempre qualche possibilità e rischio che il mutuatario sia di fatto inadempiente sull’obbligo di prestito.

La frase rischio di credito si riferisce allo stesso modo al pericolo che gli emittenti di obbligazioni possano essere incapaci di consegnare i loro pagamenti programmati. Potrebbe anche significare che una compagnia di assicurazioni non possa onorare un reclamo su una polizza acquistata.

I rischi di credito sono calcolati usando la capacità totale del mutuatario di ripagare un debito. La valutazione dei rischi di credito sui prestiti fatti ai consumatori comporta la revisione e la considerazione di una serie di requisiti, come la capacità di rimborso dei consumatori, la loro storia di credito, le loro garanzie, il loro capitale e le condizioni del prestito.

Gli investitori che stanno contemplando l’acquisto o l’investimento in un’obbligazione devono anche considerare il rating di credito sottostante dell’obbligazione e dell’impresa. Con un rating più basso, l’entità governativa o la società è in pericolo di insolvenza. Vuol dire che hanno un alto rischio di insolvenza. È compito di agenzie di rischio di credito come Moody’s e Fitch valutare i vari rischi di migliaia di emittenti di obbligazioni e attribuire per ciascuno di essi un giudizio di sintesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi