Dollaro, nuovo tentativo di affondo contro euro

Contro la valuta unica europea il dollaro statunitense ha cercato un nuovo affondo (+0,6%) ritornando sul livello di 1,1322, anche in attesa dei dati a stelle e strisce sull’inflazione, che verranno pubblicati oggi, in cui le sorprese al rialzo potrebbero essere un nuovo impulso per permettere al cambio di avvicinarsi al supporto di 1,1270.

Anche l’aumento dello spread ai massimi da 18 mesi tra i titoli di Stato francesi e quelli tedeschi in seguito alle concessioni di Macron ai “gilet gialli”, sembra aver pesato notevolmente sull’andamento della moneta unica e del suo cambio contro il dollaro.

A margine di ciò, la sterlina è ritornata sotto pressione, perdendo posizioni contro il dollaro statunitense e riportandosi sui minimi di lunedì dopo che è stato dichiarato che il governo guidato da Theresa May non avrebbe intenzione di riproporre il voto sull’accordo con l’Unione Europea in tempi stretti, limitandosi per il momento a confermare che avrà luogo entro il 21 gennaio 2019.

Tuttavia, da Bruxelles sono arrivati chiari segnali che nessuna rinegoziazione sarà possibile sul testo dell’accordo. Dunque, al massimo Theresa May potrebbe sperare di ottenere qualche modifica alla dichiarazione politica sulla relazione a regime. Contro euro il cedimento della sterlina è stato sicuramente più contenuto, con un passo indietro dello 0,2% in area 0,9054.

Per quanto concerne le altre principali valute, anche lo yen ha perso terreno contro dollaro cedendo lo 0,4% in un movimento omogeno ieri che riporta il cross all’interno del trading range a 113,60 La SEK ha intanto recuperato lo 0,4% contro euro in attesa oggi del dato svedese di inflazione di novembre.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi