Ford e GM meglio delle attese di consenso

Discrete notizie per lacune delle principali case automobilistiche a stelle e strisce che, sebbene non riescano a conseguire importanti progressioni, riescono comunque a superare quelle che erano le attese della vigilia. Cominciamo, in tale breve analisi, da Ford, con il noto gruppo automobilistico statunitense che ha annunciato di aver registrato una diminuzione pari al 4 per cento nelle vendite di proprie vetture nel corso del mese di febbraio; come già annunciato, ricordiamo anche in questa riga come la variazione sia risultata però migliore delle attese di consenso che indicavano una contrazione pari al 3,4 per cento.

Nel complesso, le vendite di auto a marchio Ford sono state sostenute soprattutto dalla domanda dei consumatori per Suv e Pickup. Con il dato di febbraio, peraltro, le immatricolazioni di auto a marchio Ford sono calate negli stati Uniti del 2,5 per cento da inizio anno alla fine del mese di riferimento della rilevazione statistica di cui ora si è fatto cenno.

Passiamo dunque a GM, che ha diramato dei dati in grado di battere le attese di consenso per quanto riguarda le vendite di nuove vetture negli Stati Uniti nel corso del mese di febbraio: peraltro, l’incremento è risultato pari al 4,2 per cento, e dunque al di sopra del +2,5 per cento che era stato stimato dal mercato. In totale, i veicoli commercializzati sono stati pari a 237.388 unità, con il segmento retail che è cresciuto su base annua del 5 per cento a una quota pari a 188.715 veicoli. Inoltre, le buone notizie sono relative anche al prezzo medio unitario di vendita, che è cresciuto di 570 dollari a 34.900 dollari, con un livello che rappresenta essere il record per il mese di febbraio in tutta la storia delle vendite commerciali della compagnia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi