Logistica italiana chiude 2016 con ottimi risultati

Tra i settori economici tricolori, il 2016 è stato ben valutato come un anno positivo per la logistica in Italia, forte di investimenti che sono finalmente tornati ad essere paragonabili con quelli del periodo precedente alla lunga crisi economico finanziaria che ha investito l’economia. Di fatti, con circa 630 milioni di euro investiti, la logistica tricolore riesce oggi ad annoverare un volume di impieghi che risulta essere confrontabile con quanto avveniva 10 anni fa, visto che il dato è di poco inferiore al picco del 2007 (660 milioni di euro), grazie anche al sempre maggiore sviluppo dell’e-commerce.

Naturalmente, i riflessi si sono poi prodotti negli altri comparti che risultano essere in qualche modo riferibili alla logistica. Su tutti, rileviamo come il mercato immobiliare italiano legato alla logistica abbia sempre evidenziato un trend piuttosto stabile, anche in tempi più difficili di quelli odierni, ma ora sta finalmente mostrando segnali e sviluppi interessanti in quanto i leader dell’e-commerce stanno investendo sul mercato domestico non solo con semplici operazioni immobiliari, ma creando valore per il territorio.

Gli esempi non mancano, in riferimento alle principali macro aree di riferimento della Penisola. Si può citare, a titolo di indizio, quanto accaduto per il recente investimento e l’indotto generato da Amazon per il nuovo centro di distribuzione di Passo Corese a pochi passi da Roma, che ha creato nuove prospettive di crescita per l’economia reatina e del Lazio. L’investimento si è concretizzato in un capannone di 61 mila metri quadrati, acquistato dal colosso americano alla cifra di 150 milioni di euro, tra i più grandi in Europa, che costituirà il secondo stabilimento dell’azienda in Italia (dopo il mega hub di Castel San Giovanni nel piacentino).

Anche senza scomodare un big come Amazon, risulta comunque intuibile come il settore della logistica e dell’immobile legato alla logistica stia cavalcando il buon momento di ripresa: tutti gli elementi sembrano essere propizi affinchè la tendenza duri anche nel 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi