Pil Italia, Padoan difende obiettivi del governo

forex03 (2)Secondo quanto affermato negli ultimi giorni dal ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, il raggiungimento dell’obiettivo di crescita dell’1 per cento messa in programma per il prossimo anno dal governo nella nota di aggiornamento al Def, è una sfida ambiziosa ma realizzabile.

Al centro delle discussioni che sono state recentemente riprese dal ministro nell’audizione alle commissioni Bilancio riunite di Camera e di Senato, c’è il forte effetto di spinta che le misure previste in manovra, dal blocco degli aumenti Iva agli incentivi fiscali per gli investimenti, dovrebbero produrre per l’anno prossimo, contribuendo a portare la crescita dallo 0,6 per cento tendenziale (senza legge di bilancio) all’1 per cento programmativo.

Dunque, val forse la pena fare un pò di chiarezza. Lo 0,6 per cento è il Pil tendenziale, 0,4 per cento sotto il Pil programmato. Il tasso di crescita previsto per i due anni successivi è invece dell’1,3 per cento nel 2018 e dell’1,2 per cento nel 2019, in entrambi i casi 0,2 punti percentuali sotto della previsione Def 2016 a causa dei riflessi indotti dall’abbassamento della crescita prevista dall’economia mondiale.

Il Pil programmato, con effetti da legge di bilancio, dovrebbe invece toccare l’1 per cento, in seguito al forte effetto di spinta delle misure previste in manovra, dal blocco degli aumenti Iva agli incentivi fiscali. Secondo il governo tutto ciò dovrebbe produrre un incremento della crescita dallo 0,6 per cento all’1 per cento, con Padoan che ha ripetuto che non si tratta di una sommessa, aggiungendo che i moltiplicatori sono difficili da stimare in un contesto quale quello odierno, di tassi e inflazione piatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi