Prestiti Milano: casa, auto e… Matrimoni

matrimonioDalle più recenti analisi condotte sulle erogazioni di prestiti Milano, sta emergendo una particolare tendenza all’indebitamento lombardo: la sottoscrizione di finanziamenti per il sostegno di matrimoni ed eventi particolarmente lieti, che i milanesi intendono supportare mediante l’ottenimento di appositi prestiti. Una tendenza che proprio nel capoluogo lombarrdo sembra assumere dei contorni particolarmente rilevanti, visto e considerato che i prestito Milano richiesti specificatamente per poter affrontare la festa nuziale rappresentano oltre il 2% del totale, e che tale trend sembra essere in fase di consolidamento.

Alla base di tale sviluppo positivo per i prestiti Milano dedicati al sostegno dei matrimoni vi è naturalmente la crescita dei riti civili, in incremento del 30% secondo una rilevazione dello scorso anno. In termini proporzionali, è logico pensare che – seppur in misura minoritaria – le richieste di finanziamenti per far fronte alle spese del matrimonio abbiano compensato il calo relativo delle tradizionali voci di indebitamento, che pur resistono su percentuali di maggiore rilievo. Così come nel resto d’Italia, infatti, anche i prestiti Milano vengono principalmente erogati per permettere il compimento di operazioni di ristrutturazione della prima o della seconda casa, seguiti dai prestiti per l’acquisto di un’auto usata o nuova, e da altre operazioni più specifiche (studio) o frazionate (liquidità).

Tornando ai prestiti Milano per i matrimoni, l’importo medio richiesto sfiora i 10.000 euro: non certo un record nazionale, ma pur sempre un livello piuttosto elevato, che pone i milanesi tra i primi posti in Italia per quanto attiene l’indebitamento contratto per tale scopo. Per quanto attiene il piano di ammortamento, il prestito per matrimonio o evento viene generalmente restituito all’interno di un periodo di cinque anni. Il tutto, nella speranza che in tale frangete il matrimonio non sia già… naufragato.

Estendendo l’analisi a tutti i prestiti Milano, è bene ricordare come un recente studio della Camera di Commercio di Mestre (relativo allo scorso anno) abbia rilevato come l’indebitamento medio delle famiglie lombarde sia ben più elevato di quello medio nazionale (19.387 euro).

In altri termini, le famiglie che risiedono nelle province lombarde si indebitano nei confronti del sistema bancario per importi che sono ben maggiori rispetto a quelli medi della Penisola: al primo posto per livelli di indebitamento troviamo le famiglie della provincia di Lodi (27.831 euro), della provincia di Monza – Brianza (27.628 euro), della provincia di Milano (27.407) e, infine, di quella di Varese (25.968 euro).

Il dato che precede – segnala ancora l’associazione degli artigiani di Mestre – tiene come riferimento l’intero debito originato dall’accensione di mutui per l’acquisto della casa, dei prestiti per l’acquisto di auto e altri veicoli a motore, del credito al consumo e dei finanziamenti per la ristrutturazione di beni immobili. Un volume che pertanto rappresenta la grande maggioranza delle esposizioni complessive delle famiglie italiane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi