Ferrari chiude trimestre in crescita

Continuano le buone per Ferrari, con il brand delle auto di lusso che ha annunciato di aver chiuso un altro trimestre con risultati in crescita: quanto basta per infondere al management del cavallino rampante un rinnovato ottimismo, e conferire pertanto agli stakeholders la convinzione che il 2017 si chiuderà con i target già definiti.

Più nel dettaglio, Ferrari ha archiviato i conti del secondo trimestre 2017 con un utile netto rettificato per le componenti straordinarie in aumento del 30 per cento rispetto a quanto la società era stata in grado di fare nel corso dell’analogo periodo 2016, con un livello in termini assoluti che si è attestato a 136 milioni di euro.

Oltre all’ultima riga di conto economico, a crescere è anche la marginalità, con l’EBITDA rettificato che è passato a 270 milioni di euro dai 217 milioni di euro del secondo trimestre 2016, a cui si associa un incremento del 13,5 per cento su base annua dei ricavi (920 milioni di euro).

Come anticipavamo, il top management della società ha avuto modo di confermare gli obiettivi per l’intero 2017, con consegne delle vetture che sono pari a circa 8.400 unità, incluse le supercar; inoltre, i ricavi netti dovrebbero attestarsi superiori a 3,3 miliardi di euro, con un EBITDA rettificato al di sopra dei 950 milioni di euro. L’indebitamento industriale netto è invece atteso a circa 500 milioni di euro.

A questo punto l’attenzione si sposta al trimestre in corso, che dovrebbe permettere alla società di rimanere sulla stessa linea positiva già intrapresa da inizio anno, accompagnando i risultati della compagine verso il rispetto dei target di esercizio precedentemente diffusi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *