Italia, migliorano fiducia di imprese e famiglie

La fiducia delle famiglie e delle imprese sono incrementate, nel mese di giugno, dopo il calo che era stato riscontrato nel corso del mese di maggio, e che aveva sorpreso buona parte degli analisti. In particolare, i dati aggiornati al sesto mese dell’anno sono risultati essere superiori alle aspettative di consenso, confermando – per quanto concerne la fiducia dei consumatori – che viene mantenuto un trend al ribasso che ha caratterizzato l’ultimo anno e mezzo (peraltro, ciò conferma che non saranno i consumi – a differenza di quanto visto nei dati di contabilità nazionale di inizio anno – il principale motore di crescita dell’economia italiana nella restante parte del 2017 e in prospettiva nel 2018).

Per quanto invece concerne il trend della fiducia delle imprese, il manifatturiero cresce a 107,3 punti da 106,9 punti precedente, mentre quello delle costruzioni passa a 129,8 punti da 128,1 punti di maggio: entrambi gli indici sono infatti vicini ai massimi da quasi un decennio a questa parte. Nei servizi, la fiducia delle imprese ha recuperato solamente in parte il calo che aveva riscontrato nel corso dell’ultimo mese, salendo marginalmente a 106 punti da 105,6 punti.

Per quanto attiene il commercio, qui il morale delle imprese è diminuito a 108,9 punti da 111,1 punti, andando così in controtendenza con i dati generali sulla fiducia delle imprese. Si tratta comunque di un andamento correttivo dopo gli aumenti rilevanti dei due mesi precedenti e, dunque, non certo in grado di pregiudicare un trend di medio termine di maggiore respiro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *