Stati Uniti, produzione industriale invariata

denaroNuovi dati macro economici dagli Stati Uniti, dove la produzione industriale a ottobre è rimasta invariata, contro consenso di 0,2 punti percentuali su base mensile, e dopo -0,2 per cento mese su mese, rivisto da 0. Il settore manifatturiero registra un incremento di 0,2 per cento su base mensile, come a settembre, spinto dal comparto auto (+0,9 per cento mese su mese) e da contributi positivi in tutti i sotto-settori.

Anche l’estrattivo è in aumento (+2,1 per cento sul mese), mentre le utility segnano un calo di -2,6 per cento mese su mese, dopo -3 per cento mese su mese, con un freno esercitato da condizioni climatiche miti. I dati danno supporto alla previsione di modesta espansione prevista per il manifatturiero nel quarto trimestre.

Sempre in ottica di nuovi dati macro, l’indice Empire della NY Fed a novembre aumenta a +1,5 punti, da -6,8 punti di ottobre, superando lo zero per la prima volta da luglio. Lo spaccato dell’indagine mostra diversi miglioramenti: in particolare gli ordini (+3,1 punti) e le consegne (+8,5 punti) tornano in territorio positivo dopo diversi mesi negativi. Invece gli indicatori del mercato del lavoro restano deboli e puntano a contrazione di occupati e della settimana lavorativa più consistenti rispetto alle indicazioni di ottobre. Gli indici a 6 mesi restano coerenti con espansione di attività, ordini, consegne, occupati e spese in conto capitale. L’indagine dà supporto alla previsione di stabilizzazione dell’attività nel settore a fine 2016 e di aspettative di modesta ripresa nella prima parte del 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi